it en
Risultati
Speciale Galles

Servizio, sostenibilità e qualità: al via la nuova stagione dell’Agnello gallese IGP in Italia

of Redazione


L’Agnello gallese IGP si appresta a vivere una nuova stagione sul mercato italiano: la rinomata carne ovina d’Oltremanica è nuovamente disponibile nei principali supermercati, nelle macellerie e nei ristoranti d’Italia a partire da questa estate. L’Agnello gallese, infatti, è un prodotto stagionale e, sebbene il progresso dell’industria delle carni lo renda disponibile per tutto l’anno, il suo sapore e la sua tenerezza raggiungono il meglio proprio nei mesi estivi fino alla fine dell’anno.
Sono proprio le indiscusse caratteristiche organolettiche ad aver reso il Welsh lamb una carne apprezzata e ricercata dai buongustai di tutto il mondo, mentre i tagli piccoli e carnosi si adattano al gusto e alle stagioni, facendo dell’Agnello gallese il prodotto ideale da servire per un’occasione speciale, per una cena veloce o per aggiungere sapore a un barbecue in giardino.
«La stagione 2022-2023 si apre con importanti novità — spiega Jeff Martin, responsabile HCC Italia — a cominciare da un sempre maggior servizio che come ente di promozione offriamo ai nostri clienti fino alla qualità sempre costante che riusciamo a garantire grazie ad un’industria delle carni all’avanguardia, senza dimenticarci della sostenibilità, un fattore determinante quando si parla di carne e di allevamenti».

Le macellerie
Complice una riscoperta dei negozi di quartiere, le macellerie vengono sempre più scelte per la qualità dei prodotti offerti e per il servizio che si fa sempre più personalizzato e ampio. Proprio a questo canale, l’ente gallese di promozione HCC presterà particolare attenzione e proporrà una serie di iniziative per far conoscere la varietà e versatilità delle sue carni. «I macellai oggi sono sempre più gastronomi e promotori di qualità» prosegue Martin. «Proprio per loro abbiamo creato il kit del “Rivenditore di fiducia” (si veda box a pagina 59), con tanti materiali e informazioni e facilmente scaricabile dal nostro sito agnellogallese.it
Il consumatore moderno è attento alla qualità del cibo che acquista per sé e per la propria famiglia, si appassiona non solo ai prodotti ma anche alla storia dei produttori, e vuole il contatto con chi questi prodotti li conosce e li seleziona personalmente. Il nostro obiettivo quest’anno è offrire tutto questo sia ai nostri rivenditori che ai nostri consumatori».

Shelf-life ancora più lunga
Secondo gli ultimi dati diffusi dall’ente HCC, il settore delle carni rosse gallesi ha raggiunto miglioramenti significativi relativamente alla shelf-life della carne ovina. La durata media di conservazione dell’agnello gallese è infatti ora appena inferiore ai 40 giorni (39,2 giorni).
Raggiungere una conservazione più lunga è stata per tempo una priorità per il settore della umenta la competitività sul mercato globale.
Una shelf-life più lunga significa inoltre che l’Agnello gallese può essere esportato in modo più sostenibile via mare piuttosto che per via aerea e che può raggiungere mercati nuovi e più lontani.
Infine, la scadenza più lunga permetterà al Welsh lamb di essere costantemente disponibile per i consumatori tutto l’anno. «HCC ha lavorato a lungo per migliorare la durata di conservazione dell’Agnello gallese» spiega Martin. «È un risultato raggiunto grazie al lavoro di tutto un comparto, fatto di studi, ricerche e condivisione informazioni».

Una carne sostenibile
La sostenibilità continuerà ad essere un pilastro della comunicazione di HCC. «L’obiettivo di HCC è garantire che i consumatori, quando scelgono Welsh lamb o Welsh beef, possano essere sicuri che la loro carne sia prodotta secondo i più alti standard di sostenibilità e di fare la nostra parte per combattere le sfide globali del cambiamento climatico e della sicurezza alimentare», conclude Martin.
In Galles bovini e ovini sono allevati quasi esclusivamente in maniera non intensiva, con erba e acqua piovana, evitando così mangimi importati ad alta intensità energetica ed esercitando una pressione notevolmente inferiore sulle risorse naturali.
I terreni sono una riserva di cattura del carbonio estremamente importante. Dato che la maggior parte dei terreni in Galles è gestita per scopi agricoli, il settore vanta una posizione davvero significativa.
Le distese erbose del Regno Unito sequestrano circa 240 kg di carbonio/ettaro/anno. Ciò significa che ogni anno in Galles circa 318 milioni di kg di carbonio vengono eliminati dall’atmosfera grazie all’agricoltura gallese (basato su 1.326 milioni di ettari; dato del Governo gallese).
Le aziende agricole gallesi, inoltre, contribuiscono a creare e proteggere gli habitat naturali, garantendo il buono stato del suolo. Il lavoro degli allevatori gallesi è indispensabile per la protezione e il mantenimento del paesaggio circostante.
Un altro punto importante riguarda l’elevato consumo di acqua: la realtà è che quasi tutta l’acqua usata per produrre carne bovina e ovina nel Regno Unito è acqua piovana. L’acqua piovana rappresenta circa il 90% dell’acqua necessaria per produrre carne rossa e latticini in Gran Bretagna, ciò significa che occorre soltanto una piccola quantità di acqua trattata o di acqua di acquedotto per produrre carne bovina, ovina e suina britannica.



Hcc, Hybu Cig Cymru – Meat Promotion Wales, è l’ente responsabile per lo sviluppo, la promozione e la distribuzione delle carni del Galles. Tra i compiti di HCC vi sono: la promozione di tutti i prodotti di carne provenienti dal Galles, l’evidenziazione delle caratteristiche che differenziano i prodotti di carne gallese, la collaborazione con le aziende agricole per diffondere la qualità, ridurre i costi e migliorare la salute degli animali, la collaborazione con tutta la catena di fornitori per migliorare l’efficienza e sviluppare la garanzia di qualità, l’attività per la diffusione e il miglioramento della comunicazione della qualità di questo settore. HCC rappresenta per vasta parte l’industria agricola del Galles e trae esperienza dai diversi componenti del suo Board of Directors e dalle aziende a cui essi appartengono.

>> Link: www.agnellogallese.it



Agnello gallese per il canale macelleria: un kit per creare la prima community di rivenditori di Welsh lamb

La nuova stagione dell’Agnello gallese porta con sé molte novità, a cominciare da un progetto studiato appositamente per tutte le macellerie d’Italia. Sul sito www.agnellogallese.it è infatti possibile scaricare il kit del “Rivenditore di fiducia”. Sarà sufficiente collegarsi al sito, registrarsi e con un semplice clic si potrà accedere ai materiali messi a disposizione dall’ente di promozione HCC: una vetrofania da appendere sulla porta del negozio, banner da pubblicare sul sito della macelleria e tante immagini da poter utilizzare sui social media.
«Il canale macelleria è cresciuto molto negli ultimi due anni, complice la pandemia e la riscoperta dei negozi di quartiere» afferma Jeff Martin, responsabile HCC Italia. «Vogliamo costruire un dialogo con i tanti macellai d’Italia, veri e propri artigiani del gusto che sanno offrire qualità e servizio. Con questo kit vogliamo creare una prima community di rivenditori di Welsh Lamb, scambiare informazioni, suggerimenti ed esperienze. Oltre a ciò, come ente mettiamo a disposizione tutta la nostra expertise per poter rispondere a qualsiasi domanda ed esigenza. Un servizio puntuale ed efficiente per assecondare le tante e diverse necessità di un mercato che sta cambiando».
L’Agnello gallese è sempre più richiesto da tanti consumatori italiani: creare una community di rivenditori di Welsh lamb faciliterà i consumatori nell’individuare la macelleria di fiducia più vicina a casa sua. «Non da ultimo — conclude Martin — questo progetto contribuirà a diffondere ancora di più la qualità e la bontà di questo prodotto, ma soprattutto i metodi sicuri e sostenibili con cui vengono prodotte le carni del Galles»



Visit our Eshop

To subscribe to a Magazine or buy a copy of a Yearbook