it en
Risultati
Eventi carnivori

Be-ef The Future: il futuro della carne bovina passa da qui

of Redazione


Un momento per condividere idee sul futuro della carne, un futuro più sostenibile a tutti i livelli della filiera produttiva: Be-ef The Future, evento organizzato da Sugar Plus (sugarplus.it), brand della multinazionale ED&F MAN, dopo l’annullamento forzato lo scorso anno legato al contenimento sanitario della pandemia da Covid-19, è finalmente andato in scena giovedì 23 giugno, negli spazi della Cantina Monteci (www.monteci.it), sita lungo le rive del fiume Adige, nel comune di Pescantina, in provincia di Verona. Be-ef The Future è nato dal desiderio «di condividere liberamente pensieri, atteggiamenti e visioni future per accendere in noi idee per sbloccare il vero valore della carne italiana» ha dichiarato. Riccardo Bari, del team Sugar Plus mangimi liquidi e moderatore dell’evento. «Vogliamo scuotere il mondo della carne ed essere portatori di un cambiamento positivo. Il tema di questa edizione ad esempio è la sostenibilità, una parola che è sulla bocca di tutti. Per noi di Sugar Plus sostenibilità vuol dire creare le condizioni per garantire un futuro alla carne italiana. Noi vogliamo riconoscere il vero valore alla filiera per portare il nostro lavoro, la nostra visione nel futuro».

Nove speaker, scelti dal mondo dell’università e della ricerca, dall’area della comunicazione di settore, dal circuito degli allevamenti virtuosi e dalle macellerie artigiane più importanti d’Italia, coi loro speech hanno condiviso coi presenti le loro visioni sul futuro della carne italiana. I punti essenziali di ogni singolo intervento li trovate nei box nelle pagine seguenti. Di seguito, invece, trovate una breve presentazione dei relatori:
Fulvio Fortunati, amministratore unico di IN.CON.TRA. Srl, lavora da più di 40 anni nel settore del commercio internazionale della carne e del bestiame. Ha ricoperto dal 2009 al 2014 il ruolo di coordinatore del comitato dei giovani operatori nell’ambito delle carni e del bestiame per l’Italia, affinando la sua conoscenza con la partecipazione a 20 congressi della carne in tutto il mondo. Dal 2014 è vicepresidente e consigliere di UNICEB, l’organizzazione italiana che cura e tutela gli interessi della filiera delle carni, dell’allevamento e del bestiame sino alla sua trasformazione e commercializzazione;
Giuliano Marchesin è direttore generale di UNICARVE-Associazione produttori carni bovine del Triveneto, un punto di riferimento per la zootecnia bovina da carne a livello regionale, nazionale ed europeo. Il motto di Unicarve è “Aggregare gli allevatori, valorizzare le produzioni zootecniche e dare un ‘nome’ alla carne bovina”;
Placido Massella, titolare del brand Mr.Beefy!, è un allevatore di bovini di razza Aberdeen Angus. La sua azienda si trova a Mozzecane e i suoi pascoli si estendono verso territori limitrofi al Lago di Garda fino alla dorsale del Monte Baldo. Nella sua azienda gli animali vengono allevati in modo naturale, alimentati da tutto ciò che il terreno può offrire;
Giuseppe Pulina, PhD, è professore ordinario di Etica e Sostenibilità degli allevamenti presso l’Università di Sassari e presidente dell’associazione Carni Sostenibili. È anche docente di Etica della Ricerca per il Dottorato di Ricerca e prorettore alla Ricerca dell’Università di Sassari, autore di oltre 370 pubblicazioni scientifiche e tecniche, delle quali 98 repertoriate in SCOPUS e ha un h-index di 29. È accademico ordinario dei Georgofili, corrispondente dell’Accademia Nazionale di Agricoltura di Bologna e onorario di quella di Pesaro-Urbino, nonché presidente onorario dell’associazione per la Scienza e le Produzioni Animali;
Carlo Angelo Sgoifo Rossi, professore dell’Università degli studi di Milano-Dipartimento di Medicina veterinaria e Scienze animali. Autore di oltre 350 pubblicazioni a carattere scientifico e divulgativo. Ha collaborato con l’Università del Nebraska, il Consorzio di Ricerca Filiera Carni di Messina e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia. Ricercatore a livello mondiale di nutrizione e benessere dei ruminanti, sottolinea come nei prossimi anni il settore zootecnico sarà chiamato a sfamare l’intero pianeta. Grandissimo appassionato di carne, da sempre studia come i bovini vengono allevati nel mondo;
Alberto Cucchi, classe 1990 e “nato col grembiule”. La sua visione è ben precisa: proporre nella sua macelleria di famiglia a Castrezzato, in provincia di Brescia, solo carni scelte direttamente da lui, attraverso la collaborazione con allevamenti locali che condividono la sua stessa filosofia;
Andrea Bertaglio, laureato in sociologia e collaboratore de La Stampa, è convinto che non ci possano essere soluzioni ai problemi ecologici senza modificare il nostro stile di vita quotidiano. Negli ultimi anni si è dedicato allo studio dell’impatto ambientale, culturale e socioeconomico dell’industria alimentare, in particolare del settore zootecnico. Oggi si dedica alla produzione di documentari che raccontano le storie, i volti e le vite degli allevatori;
Elisa Guizzo, laureata in scienze e tecnologie alimentari all’Università di Padova, è consulente ed esperta di razze bovine, seleziona le migliori realtà zootecniche italiane in termini di alimentazione, tipo di allevamento e benessere animale. Ha realizzato “Di Gusto in Gusto – Buona carne non mente”, un progetto che la porta nei ristoranti a svolgere dei percorsi di degustazione di carne bovina volti a fornire un’educazione alimentare al consumo carnivoro;
Francesco Camassa, classe 1966, ha iniziato a lavorare in macelleria col padre a 13 anni e oggi porta avanti con onore questo grande e bellissimo lavoro. È presidente dell’Associazione Italiana Macellerie Artigiane, associazione che si spende per divulgare sempre di più quella che è la qualità delle carni, ed è capitano della Nazionale Italiana Macellai.


>> Link: www.beefthefuture.com



Visit our Eshop

To subscribe to a Magazine or buy a copy of a Yearbook