it en
Risultati
Marketing

La carne bovina e le patate francesi interpretati con gusto dalla chef Antonella Ricci

of Redazione


Taste France è il marchio istituzionale creato dal Ministero francese dell’agricoltura e della sovranità alimentare che mira a diffondere lo spirito e i valori della cultura gastronomica francese nelle cucine di tutto il mondo. Insieme al CNIPT (Comitato interprofessionale francese delle patate) e a INTERBEV (Associazione interprofessionale francese del bestiame e delle carni), si impegna a difendere i valori di eccellenza, qualità, piacere, autenticità e modernità legati al patrimonio francese.
Entrambe le filiere condividono un obiettivo comune: promuovere la qualità e la diversità dell’offerta francese e la sua adattabilità alla cucina locale. Un’offerta disponibile tutto l’anno, che viene a completare l’offerta locale, che non copre completamente il fabbisogno nazionale. L’Italia rappresenta infatti il primo mercato di esportazione per la carne bovina e il secondo per le patate sul mercato del fresco.
L’obiettivo specifico della filiera delle patate è quello di mettere in luce la segmentazione in tre grandi famiglie, in base al metodo di cottura. Per quanto riguarda la carne bovina, si tratta di promuovere il know how della filiera, il suo impegno in termini di sostenibilità e l’alta qualità della sua carne.
In questo contesto, e con lo scopo di far scoprire e cucinare i prodotti ad un pubblico selezionato di food blogger, è stato organizzato a Milano nel novembre scorso un workshop culinario. Ad animarlo la chef Antonella Ricci, titolare a Milano, col marito Vinod Sookar, di Ricci Osteria. Grazie alla sua creatività e guida i partecipanti hanno potuto cucinare le patate e la carne bovina francesi attraverso tre ricette studiate per l’occasione.
Innanzitutto il Controfiletto marinato con miele, senape ed erbe aromatiche e insalata autunnale di patate. Una ricetta che vede come protagonisti il controfiletto, un taglio pregiato, ideale per una cottura veloce, che richiede poche lavorazioni, e le patate vapore/rosolate a pasta soda, con una buona tenuta durante la cottura.
Quindi, gli Involtini di scamone al profumo di agrumi e caciocavallo con purè di patate alla bietola selvatica e salsa al vincotto. Questa ricetta vede come protagonista Lo scamone che è tenero e saporito. È un taglio che si presta molto bene a spiedini, fondute, bistecche e arrosti. Le patate di tipologia forno/purè hanno una pasta fondente, a differenza di quelle a pasta soda più difficili da schiacciare.
Infine, gli Spiedini di patate grenailles con tartare di magatello al profumo di aglio nero, briciole di olive celline e crema di pomodori gialletti. Questa ricetta vede come protagonista il magatello, che è un taglio molto magro dal sapore dolce e delicato che si presta molto bene a preparazioni a crudo come i carpacci o le tartare, e le patate grenaille, adatte per una cottura intera con la buccia. La loro piccola dimensione garantisce una cottura rapida e uniforme e permette di risparmiare tempo in cucina.



Activate your subscription

To subscribe to a Magazine or buy a copy of a Yearbook