it en
Risultati
Aziende

Canadian beef, è festa con il Gruppo Bervini

of Benedetti E.


Diciamo Canada e subito pensiamo ad un Paese caratterizzato da infinite distese, praterie, laghi, montagne e coste. Il tutto in un contesto di natura incontaminata. Forse non tutti sanno che il rapporto che lega il Canada al Gruppo Bervini risale a trent’anni fa, quando Renzo Bervini si recò per la prima volta ad Edmonton, la capitale della provincia canadese dell’Alberta, per conoscere meglio il prodotto carne e la cultura di una nazione che fonda le proprie radici culturali nell’allevamento, in un rapporto quasi empatico con gli animali.
E proprio il Canada e le sue carni sono stati i protagonisti, lo scorso 8 maggio — nelle intensissime giornate di Cibus 2024 —, di un evento esclusivo post fiera organizzato dal Gruppo Bervini all’Osteria dei Servi Fuori le Mura, a Torrile di Parma.
Nel giardino esterno, tra super grill a cottura verticale, barbecue automatizzati e un meraviglioso allestimento di tagli di rare Canadian beef, siamo stati accolti da un caloroso benvenuto di Fabio Bervini, presente insieme alla famiglia e allo staff commerciale del Gruppo.
La parola è quindi passata ad Andrea Pavesi che ha presentato David Saretsky, direttore di Cantriex Livestock International Inc. «La nostra collaborazione con il Gruppo Bervini risale a sette anni fa, quando Renzo e Fabio vennero in Canada per un primo incontro. Da allora si è creato un legame che non è solo professionale ma decisamente basato su una grande stima reciproca e su una profonda amicizia» ha esordito David.
«Noi conosciamo bene i nostri animali in allevamento. Sappiamo tutto di loro, come allevarli, come nutrirli, come selezionarli e, insieme ai Bervini, abbiamo messo a punto un progetto che mira alla definizione di un prodotto che garantisce la massima qualità» ha proseguito. «In queste giornate di fiera a Cibus ci siamo resi conto dell’incredibile passione per il buon cibo che caratterizza gli operatori italiani. Ecco, noi vantiamo quella stessa passione per l’allevamento.
Spesso ci chiedono quali siano quegli aspetti che rendono davvero speciale una bistecca. Per noi questi aspetti sono rappresentati da una scelta di vita incentrata sul praticare il miglior allevamento possibile, sulla migliore selezione genetica dei capi allevati e sull’applicazione delle migliori modalità di allevamento nel rispetto del loro benessere».
«Se guardate le carni esposte per questa serata, io non vedo solo dei bellissimi tagli di carne. Io vedo tutto il lavoro che c’è dietro, la selezione genetica, il lavoro dell’allevatore — e per queste carni in particolare dobbiamo ringraziare Ryan Baskin, Export Sales Manager di Beretta Farms, che è qui con noi questa sera — perché per noi Canadesi farming & ranching non è semplicemente un business, è molto più, è uno stile di vita» ha aggiunto David Saretsky.
Spero che il nostro sforzo in questo bellissimo progetto col Gruppo Bervini di produrre carni di elevatissima qualità sia riconosciuto dagli operatori, perché è veramente la nostra vita, la missione della mia famiglia da cinque generazioni».
Un saluto ai presenti è stato dato anche da Myles Immerkar, CEO della Canadian Angus Association (cdnangus.ca), che rappresenta oltre 3.000 produttori di Angus e migliaia di capi da questi allevati in tutto il Canada e, in particolare, nella regione dell’Alberta, quella a maggiore vocazione allevatoriale del Paese. La loro mission è chiara: preservare e promuovere lo sviluppo della razza Angus per i produttori canadesi di bestiame e per i consumatori di carne, fornendo le migliori opportunità di redditività anche per le generazioni future.
La serata è quindi proseguita a tavola con la celebrazione di un prodotto che è espressione di un territorio, il Canada, e di uno metodo allevatoriale fortemente identitario. «Garantiamo una provenienza assolutamente salubre perché il tipo di alimentazione e il clima che caratterizza il Paese sono senza dubbio ideali per ottenere un prodotto che ci consente di essere qualitativamente competitivi» ha precisato infine Renzo Bervini.
Si conferma quindi ancora una volta la capacità del Gruppo Bervini, protagonista da oltre settant’anni nella filiera delle carni, di sviluppare una visione di business sempre più innovativa e internazionale.
Grazie al collegamento diretto tra Bervini e gli allevatori e alla logistica ben integrata, la società di Salvaterra offre un’ampia varietà di tagli di carne canadese con e senz’osso, tra fiorentine, T-bone, costate, tomahawk, costine e altre varietà, con la personalizzazione della programmazione settimanali e un servizio di assistenza garantito dall’esperienza di oltre mezzo secolo di lavoro.

>> Link: bervini.com


Elena Benedetti


In foto, Andrea Pavesi, Gjenna e David Saretsky, Fabio e Renzo Bervini alla serata dedicata alle carni canadesi organizzata dal Gruppo Bervini di Salvaterra (RE).



Canada, non solo beef!
Per il Gruppo Bervini di Salvaterra il Canada non è solo un Paese straordinario per l’approvvigionamento di carni bovina. Da pochi mesi è infatti iniziata un’intensa collaborazione con Beretta Farms (berettafarms.com), realtà con oltre trent’anni di attività alle spalle che produce carni biologiche, grass fed e prive di antibiotici e ormoni. «La storia con la famiglia Beretta è un po’ più breve rispetto a quella con Dave» ha detto Ryan Baskin, Export Sales Manager di Beretta Farms (in foto con Andrea Pavesi, Fabio e Renzo Bervini) presente alla serata parmense. «Abbiamo cominciato a collaborare con Renzo e Fabio Bervini ad inizio gennaio 2024. La famiglia Beretta ha iniziato l’allevamento dei suini nel 1992 a Huron County con 2 capi, per arrivare oggi a gestire una quarantina di ranch nel Canada occidentale, a cui si aggiunge un impianto di macellazione e lavorazione a Labombe (Alberta) e un controllo dei mangimi che garantiscono un sistema completamente integrato».


Activate your subscription

To subscribe to a Magazine or buy a copy of a Yearbook