it en
Risultati
I vini di Premiata Salumeria Italiana

Degustazione: rossi invernali

of Franchini L.


Ovviamente la definizione di “vino invernale” non esiste, tecnicamente parlando. Non abbiamo una regola di sommellerie dedicata alla stagionalità, ci si limita alla seppur importante “temperatura di servizio”, dato che non viene declinato alle stagioni in corso. Eppure, risulta difficile immaginare un aperitivo estivo a bordo spiaggia servito con un vino rosso corposo e strutturato. Questa importante tipologia di vino ha da sempre un ruolo fondamentale nell’abbinamento con i piatti più strutturati della tradizione e, sempre per tradizione, una sua vocazione espressiva che li vede protagonisti soprattutto della stagione più fredda. Si tratta di vini per lo più rossi, di carattere e struttura, spesso affinati in legno, certamente adatti al lungo invecchiamento. Ecco, quest’ultima caratterista, la possibilità di invecchiare a lungo, potrebbe essere la definizione migliore, semmai ne fosse necessaria una, di “vini invernali”.
Struttura, potenza, fitta trama tannica, sentori intensi, lunghezza e persistenza, queste le caratteristiche principali di questi calici. Sono vini di potenza gustativa e di buon grado alcolico, sempre in armonia con le parti, che sono in grado di sostenere abbinamenti impegnativi, di sfoderare armi imbattibili nell’accoppiarsi con piatti ed ingredienti importanti e dai sapori decisi. Sono vini che sostengono con grande naturalezza le caratteristiche gustative di formaggi stagionati, piatti di selvaggina, brasati e stracotti di carne, tartufi e funghi.
Anche alcuni salumi richiedono vini dalla struttura decisa: basti pensare alle preparazioni della norcineria arricchite con spezie o con tartufo, ai prosciutti stagionati, ai salumi ovini. Una cosa è certa: se è l’inverno la stagione d’elezione per un vino rosso strutturato, non esiste stagione sbagliata per un grande vino.


Taurasi Riserva Docg 2011 - Cantine Lonardo
Uve 100% Aglianico provenienti quasi esclusivamente da vigneti a piede franco, raccolte manualmente e vinificate a temperatura crescente, fino ad un massimo di 28 gradi, per circa 12-18 giorni. Dopo la svinatura e il primo travaso il vino viene stato stoccato in botti di rovere tostato da 225 l. Dopo circa 24 mesi di invecchiamento viene imbottigliato, senza alcuna ulteriore filtrazione. Il calice alla degustazione si presenta di un bel rosso rubino intenso, con leggerissime sfumature granate. Al naso diffonde intense note di frutta scura matura e in confettura, presenti e netti i terziari, toni vanigliati e speziati. Al palato è vellutata la sorsata tannica, avvolgente, equilibrata, con un tono alcolico deciso. Elegante, armonico, intenso. Un calice particolarmente adatto all’abbinamento coi ricchi piatti invernali della cucina di montagna, si presta perfettamente ad accompagnare anche taglieri di formaggi stagionati e secondi piatti a base di selvaggina.

Az. Agr.“Contrade di Taurasi”
di Enza e Antonella Lonardo
Via Municipio 39
83030 Taurasi (AV)
Telefono: 0827 74483
E-mail:
info@cantinelonardo.it
Web:
www.cantinelonardo.it


Salento Igt Primitivo ES 2018 - Gianfranco Fino
Un vino che è un simbolo. Simbolo di Puglia, d’eccellenza, di filosofia produttiva. Simbolo di Primitivo. Anni di successi, di riconoscimenti, di premi per questo calice intenso e scuro, prodotto con uve Primitivo provenienti da vecchi alberelli di 60 anni dell’agro di Manduria, sottoposte ad un leggerissimo appassimento in pianta. Una volta raccolte, rigorosamente a mano, macerano sulle bucce per quasi 4 settimane e maturano successivamente per 9 mesi in piccole botti di rovere francese, per il 50% nuove e per il rimanente 50% di secondo passaggio. Il ventaglio gusto-olfattivo che regala durante la degustazione è la conferma dei tanti successi e riconoscimenti. Intensa la frutta rossa matura, contornata da note speziate, sentori tostati boisé, ricordi di macchia mediterranea, rabarbaro, cioccolato, tinte chinate. È la freschezza, intensa e strabiliante, a sostenere la complessità glicerica e di sostanza, donando un’armonia completa e indiscussa ad un calice complesso e avvolgente.

Gianfranco Fino Viticoltore
Contrada Reni s.n.
74024 Manduria (TA)
Telefono: 099 7773970
E-mail:
info@gianfrancofino.it
Web:
www.gianfrancofino.it


Amarone della Valpolicella Docg Mithas 2012 . Corte Sant’Alda
Vigneti esposti a sud, altimetrie superiori ai 350 metri, terreni calcarei, conduzione biodinamica e forte determinazione gestionale sono gli ingredienti vincenti di questo splendido calice. Prodotto solamente nelle annate migliori, il 2012 si avvale di un uvaggio per il 50% di Corvina grossa, Corvina al 40% e il rimanente 10 di Rondinella. Sono uve raccolte a mano, che riposano in cassette per l’appassimento fino a febbraio/marzo dell’anno successivo. Il vino viene poi posto in affinamento in botti di rovere di diverse dimensioni e in barriques per 36 mesi. Passato questo periodo verrà coricato in bottiglia, dove resterà per altri 6 mesi. La degustazione è smagliante, nei sentori come nelle spalle gliceriche e di struttura. Frutti rossi in confettura, accenni di bacche di cacao, liquirizia e note minerali, rotondo, caldo, armonico. Adattissimo al rito della meditazione, si accompagna perfettamente alla pastissada de caval, ai risotti con salsiccia e Amarone, agli stufati di somarino.

Az. Ag. Corte Sant’Alda
Via Ca’ Fioi 1
37030 Mezzane di Sotto (VR)
Telefono: 045 8880006
E-mail:
info@camerani.wine
Web:
www.cortesantalda.com


Bolgheri Rosso Superiore Ornellaia 2018 - Tenuta dell’Ornellaia
Un vino iconico, vero e proprio portabandiera del made in Italy vitivinicolo. Ci troviamo di fronte ad un cosiddetto “Supertuscan”, vino toscano di carattere e struttura, prodotto con blend di vitigni internazionali. È il taglio bordolese, cioè Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot, alla base di questa produzione. Si tratta di uve che vengono vendemmiate a mano e più volte sottoposte a controlli ed assaggi, già durante il loro processo di crescita in vigna. La fermentazione alcolica si svolge in tini di acciaio inox, passa poi in barrique di rovere, dove affinerà per 12 mesi. Successivamente viene creata la cuvée, che verrà poi reintrodotta in legno per 6 mesi circa. La maturazione in bottiglia richiederà altri 12 mesi. Al palato la sorsata è nettamente avvincente e seduttiva, morbida ed elegante. Olfattivamente è intenso di note fruttate e raffinati sentori speziati a completamento, in armonia. Tannino vellutato, nobiltà di armonie. Un calice di classe, splendido compagno delle serate invernali, col camino acceso.

Ornellaia
Località Ornellaia 191 – Fraz. Bolgheri
57022 Castagneto Carducci (LI)
Telefono: 0565 71811
E-mail:
info@ornellaia.it
Web:
www.ornellaia.com


Barbaresco Docg Asili 2017 - Ceretto
Calice di raffinata eleganza, il Barbaresco Asili viene prodotto con uve Nebbiolo in purezza, provenienti da un Cru situato a 290 metri di altitudine, caratterizzato dalla presenza di marna di Sant’Agata, finissima argilla mista a calcare. Sia la fermentazione che la macerazione avvengono in tini di acciaio a temperatura controllata, affina poi 2 anni in tonneaux e grandi botti di rovere e per 6 mesi in bottiglia. Si presenta di un brillante rosso rubino con leggere sfumature granate, mentre all’olfattiva snocciola copiose note fruttate, linde e fresche, accompagnate di fiori passiti, caffè, bacche di cacao e speziatura. Totalmente convincente la sorsata, morbida e armonica, tannini precisi, con equilibrio. Un calice particolarmente adatto alla degustazione meditativa, si presta all’abbinamento con i piatti di carne della tradizione, ragù di cacciagione, filetti ai funghi, sughi di selvaggina e formaggi stagionati.

Ceretto Aziende Vitivinicole Srl
Strada Provinciale Alba/Barolo
Località San Cassiano 34
12051 Alba (CN)
Telefono: 0173 282582
E-mail:
ceretto@ceretto.com
Web:
ceretto.com


Sangiovese di Romagna Riserva Monte Brullo 2016 - Costa Archi
Espressione delle migliori potenzialità del Sangiovese, ci troviamo di fronte ad un calice che riunisce, nel migliore dei modi, tipicità, territorio e mano dell’uomo. Prodotto con uve Sangiovese, cloni di biotipo romagnolo provenienti da un’unica vigna, viene vinificato in piccoli tini da 7 ettolitri, effettua una macerazione di circa 20 giorni ed affina in tonneaux di diversi passaggi per 12 mesi. L’affinamento continua con 24 mesi di vasca di cemento e 12 mesi in bottiglia. Ne risulta un vino corposo, di grande struttura e carattere, che lascia intuire anche grandi evoluzioni nell’invecchiamento. Dal color rosso granato scuro, all’olfattiva sprigiona con generosità raffinatissimi sentori di frutta rossa matura, marasca e ribes, ricordi di cannella, cuoio e carruba, foglie di tabacco ed erbe aromatiche. Coerente e circolare la sorsata, trama tannica elegante e setosa, bevibilità estrema, eleganza infinita. Calice austero e virile, perfetto nelle scure sere invernali, si presta magnificamente ai grandi piatti di carne, costine alla griglia, ragù di cacciagione, salumi stagionati, brasati di carne di manzo, passatelli col tartufo.

Costa Archi
via Rinfosco 1690
48014 Castelbolognese (RA)
Telefono: 338 4818346
E-mail:
aziendacostaarchi@yahoo.it
Web:
costaarchi.wordpress.com



Visit our Eshop

To subscribe to a Magazine or buy a copy of a Yearbook