it en
Risultati
Il pesce nel mondo

Israele-Palestina: la collaborazione è all’insegna dell’acquacoltura

of Redazione


Israele-Palestina: la collaborazione è all’insegna dell’acquacoltura
A Jenin si è concluso un progetto pilota quadriennale di acquacoltura gestito dal Ministero dell’Agricoltura israeliano, in collaborazione con l’Amministrazione civile (agenzia del Ministero della Difesa, responsabile degli affari civili in Cisgiordania), a favore dei residenti della Cisgiordania. Il Ministero dell’Agricoltura ha fornito sostegno finanziario, attrezzature, cibo per i pesci, filtri per l’acqua e sessioni di formazione per gli operatori locali, per un investimento totale di 700.000 shekel (oltre 170.000 euro). Il progetto pilota a Jenin ha prodotto tra le 2 e le 4 tonnellate di spigole vendute al mercato locale. Un progetto simile, a sostegno dell’economia e della produzione alimentare nelle aree della Palestina, è ancora in corso in un allevamento a Tulkarem. Gli allevamenti di acquacoltura usufruiscono di tecnologie israeliane al fine di massimizzare l’utilizzo delle risorse, compresa la costruzione di stagni aperti e coperti, il filtraggio dell’acqua e l’uso delle acque reflue per l’irrigazione agricola. Guy Rubinstein, del Ministero dell’Agricoltura israeliano, ha affermato che l’obiettivo dei progetti è consentire ai Palestinesi di procurarsi il proprio cibo attraverso coltivazioni acquicole in modo indipendente e promuovere l’acquisizione di conoscenze tra la popolazione locale. Ora che il primo progetto pilota è terminato, un investitore palestinese è intervenuto per portarlo avanti, mentre il Ministero continuerà a fornire una guida professionale (fonte: EFA News – European Food Agency; in foto, impianto di acquacoltura in Israele).



Activate your subscription

To subscribe to a Magazine or buy a copy of a Yearbook