it en
Risultati
Fiere

HostMilano 2023, hub globale

di Redazione


Un’esperienza al livello delle migliori annate, che consolida la leadership di HostMilano quale hub globale di riferimento per l’innovazione nell’ospitalità professionale, il fuoricasa e il food retail. Questo il commento più ricorrente tra espositori e operatori del settoreal termine della 43a edizione del salone, conclusosi lo scorso 17 ottobre a Rho fieramilano.
Più di 180.000 i visitatori professionali, tra i quali spicca l’incidenza di operatori internazionali da 166 Paesi, che ha superato il 42% del totale. Oltre che da nazioni europee come Germania, Francia, Spagna, Svizzera e Regno Unito, delegazioni particolarmente numerose si sono registrate dal Nord e Sud America (1 su 10), Paesi del Golfo e Asia (circa 1 su 5).
Al di là dei numeri, a colpire è stata soprattutto la qualità degli incontri di business, grazie all’elevata profilazione non solo tra gli oltre 700 hosted buyer, che si aggiungono ai decision maker che di propria iniziativa hanno visitato i quartieri di FieraMilano dove le novità erano presentate in contesti che raccontano in che modo i prodotti rispondano ai desiderata degli utenti.

In anteprima le novità che anticipano i trend di mercato
E se c’è chi ha percorso molte migliaia di chilometri per arrivare a Milano perfino da Isole Fiji, Swaziland (eSwatini) o Tanzania, una ragione c’è: HostMilano è l’appuntamento dove i top player di tutto il mondo presentano in anteprima le loro nuove tecnologie al punto che, come affermano gli stessi buyer esteri, si possono trovare novità non ancora disponibili sui mercati di destinazione anche per le aziende già presenti nel Paese. Novità ambientate in contesti, spesso di design, che “raccontano” in che modo i prodotti rispondano ai desiderata degli utenti: secondo una ricerca presentata in manifestazione da TradeLab, infatti, il 51% degli Italiani è pronto a tornare a spendere nel fuoricasa (seconda voce in assoluto dopo i viaggi) e ben due terzi (il 66%) danno più importanza ad un’esperienza che stimoli attese, aspettative e curiosità — ma sia al contempo rassicurante — che non al solo cibo e bevande.
Una propensione allo storytelling che si è rispecchiata nel dinamismo dei social media. Solo su Instagram #HostMilano ha superato 1 milione e 400.000 impression e i Paesi che hanno maggiormente seguito la manifestazione sui social sono stati Italia, Brasile, Stati Uniti, Spagna, Francia e Regno Unito. Notevole anche il riscontro sui media tradizionali, con 1.342 giornalisti presenti (279 quelli internazionali) e più di 5.000 tra citazioni e articoli.
«Veniamo a HostMilano da molti anni perché è una manifestazione di altissima professionalità, che esalta il bello e il buono del saper fare italiano», ha dichiarato Franco Costa, presidente di Costa Group, un leader nella progettazione per il fuoricasa. «Il livello degli incontri di business ha anche superato le nostre aspettative, perché abbiamo notato che gli operatori stanno comprendendo sempre di più il valore di un progetto completo, non solo belle vetrine e un bel bancone, ma anche elementi esperienziali come la luce giusta, l’atmosfera, la musicalità».
Appuntamento ad ottobre 2025
Dall’intelligenza artificiale alla robotica, dai nuovi materiali riutilizzabili o riciclati in ottica di economia circolare alle soluzioni per il massimo risparmio di energia e acqua, fino alla progettazione che utilizza i big data per creare format e layout sempre più esperienziali e multisensoriali: quella di quest’anno è stata un’edizione di Host all’insegna dell’innovazione sostenibile e della transizione digitale che anticipa le esigenze di un mercato in pieno rilancio. Secondo dati di Export Planning, il commercio mondiale delle filiere rappresentate in fiera ha infatti toccato nel 2022 un nuovo massimo, pari a 178,3 miliardi di euro, a livelli ampiamente superiori a quelli pre-pandemici: 38 punti percentuali superiore al 2019. Il food service equipment in senso stretto è stimato da Future Market Insights in circa 44 miliardi di dollari, ai quali il made in Italy contribuisce per più del 10% (4,6 miliardi di euro; fonte: Ufficio Studi ANIMA Assofoodtec).«Per noi è importante essere a HostMilano perché abbiamo clienti in tutto il mondo, Asia, India, Medioriente, Europa, America, e di diverse tipologie, dai distributori e i produttori fino alle grandi catene. E qui possiamo incontrarli tutti» ha dichiarato Timothy John Fitzgerald, CEO di The Middleby Corporation, leader mondiale nel settore delle attrezzature per la ristorazione. «Le innovazioni su cui puntiamo in questa edizione sono le tecnologie sostenibili per risparmiare energia elettrica, come un’innovativa induzione con un’efficienza del 95%, e gli apparecchi “ventless”, cioè senza ventola o canna fumaria, nei quali siamo leader».

L’appuntamento con la 44a edizione di HostMilano è a fieramilano dal 17 al 21 ottobre 2025.

>> Link: host.fieramilano.it



Attiva l'abbonamento

Per abbonarti a una nostra Rivista o acquistare la copia di un Annuario