it en
Risultati
Speciale Seafood Expo

Fantastica Barcellona!

di Benedetti E.


l più grande evento commerciale di prodotti ittici del mondo, Seafood Expo Global/Seafood Processing Global, organizzato da Diversified Communications, è tornato finalmente in presenza e per la prima volta in Spagna, a Barcellona. Per tre frenetiche e intense giornate di business, scambi commerciali e presentazioni, la fiera ha ospitato esposizioni di prodotti ittici, attrezzature, tecnologie e servizi tutti incentrati sulle più recenti innovazioni di settore. La manifestazione ha chiuso l’edizione 2022 il 28 aprile con numeri da record: 1.550 espositori provenienti da 76 Paesi per un totale di 26.630 visitatori professionali, in linea con i numeri pre-pandemia del 2019. La fiera si estendeva su quasi 40.000 m2 di superficie espositiva netta attraverso 4 padiglioni e la Galleria all’interno della Fira de Barcelona Gran Vía.
La 28a edizione dell’Expo, unanimemente riconosciuta come l’evento commerciale più strategico a livello mondiale (insieme a Seafood Expo/Processing North America e Asia), ha visto aggirarsi tra le corsie dei padiglioni i principali buyer del foodservice, GDO e DO, tra cui Aldi, Bidfood, Carrefour, Costco Wholesale, Delhaize, Food Lovers Market, IKEA, Hellofresh, Kesko, Lidl, Makro, Mercadona, Metro, Sodexo, Subway, Sysco, The Cheesecake Factory, Whole Foods Market, oltre alle principali insegne GDO italiane.

Pescanova España e GlobeXplore vincitori dei Seafood Excellence Global Awards 2022
Uno dei plus di questa manifestazione è sicuramente il focus sull’innovazione di prodotto e di servizi sviluppata dalle aziende del settore, volto ad ampliare la varietà dei prodotti ittici, migliorarne la vita commerciale e offrire più valore per adattarsi a un mercato in continua evoluzione. Grande attenzione è stata perciò riservata al Seafood Excellence Global Awards, che premia i migliori prodotti ittici dell’anno presentati in fiera. Oltre 80 prodotti sono stati presentati per il concorso e da questi sono stati selezionati 38 finalisti, provenienti da 13 Paesi. «È chiaro che molte aziende non hanno perso tempo durante la pandemia, dato il numero di nuovi prodotti che quest’anno sono stati iscritti alla competizione e presentati all’industria globale», ha affermato Liz Plizga, vicepresidente di Diversified Communication.
Il primo premio per il miglior prodotto al dettaglio è stato assegnato a Pescanova España per i suoi Salmon noodles, un piatto che combina pasta e salmone ad alto contenuto proteico, fonte naturale di Omega-3 e povero di grassi. I noodles sono venduti refrigerati e possono essere conditi con la salsa a base di salmone ricettata e indicata nel retro del pack.
GlobeXplore ha invece vinto il primo premio per il canale Ho.Re.Ca. con una crema spalmabile alle alghe yuzu e zenzero. Questo prodotto pronto all’uso è un mix esotico pensato per accompagnare piatti sia di carne che di verdure.

Key trend dell’edizione 2022
Sono stati 5 i macro-temi che hanno caratterizzato l’edizione 2022 del Seafood Expo Global/Seafood Processing Global, sia per l’offerta espositiva che per i tanti approfondimenti convegnistici articolati nel corso delle tre giornate. Riassumiamoli in breve.

Salute
L’aspetto salutistico continua ad essere alla base delle motivazioni che spingono il consumatore a scegliere di acquistare il pesce o nella ristorazione/fuoricasa. La crisi pandemica ha fatto aumentare la domanda di cibi sani come pesce e frutti di mare grazie alla loro valenza proteica e al basso contenuto di grassi.

Sostenibilità e scelte d’acquisto a basso impatto climatico
I consumatori richiedono sempre più informazioni sull’origine del pesce e dei frutti di mare che acquistano e certificazioni di sostenibilità che attestino le politiche aziendali in materia di impatto climatico ed energetico dei loro prodotti.

Facilità nella preparazione
Il focus è sempre più incentrato sui prodotti parzialmente preparati e sulle opzioni da asporto nella categoria ristorazione. Una varietà di prodotti presentati per i Seafood Excellence Global Awards erano pack di seafood pronti in meno di 20 minuti.

Seafood burger
I burger sono oramai un vero must in tutto il mondo, che si tratti di carne, pesce o versioni vegetariane. Amplissima l’offerta di seafood burger presentati a Barcellona.

Prodotti e sapori giapponesi
Sono un vero trend che resta ancora oggi sulla cresta dell’onda, attirando soprattutto la fascia giovane dei consumatori, che apprezzano moltissimo i tradizionali saku, tataki e altre specialità di street food giapponese a base di pesce come onigiri e takoyaki.

Riflessioni e analisi nell’offerta congressuale

Questa edizione del salone ha prodotto interessanti contenuti, incentrati sulle sfide che oggi il comparto ittico si trova ad affrontare a livello internazionale. Ancora una volta il tema della sostenibilità è stato tra i più dibattuti, oltre all’evoluzione della pesca e dell’acquacoltura e alle iniziative in corso per contrastare gli effetti del cambiamento climatico e all’impatto che il Covid-19 ha avuto sul commercio dei prodotti ittici. Si sono contate oltre 20 sessioni formative, a cui hanno partecipato più di 65 esperti di livello internazionale, da politici a professionisti dell’industria, imprenditori, leader di Organizzazioni Non Governative e consulenti qualificati nei temi della biodiversità e sostenibilità.
La sostenibilità è stata al centro soprattutto della seconda giornata di fiera, con la sessione intitolata “Seafood futures forum 2022”, i cui obiettivi sono stati appunto quelli di comprendere come affrontare con soluzioni e concrete attività il tema dell’overfishing. Tra gli speaker Rupert Howes, CEO di MSC, Nicolas Guichoux, MSC Programs Director, e Justin King CBE, ex managing director dell’insegna Sainsbury’s. Interessante la tavola rotonda dal titolo “Eight years to save the ocean? Business power as a gear shift”, che ha coinvolto Michaela Reischl, LIDL Spain, José Luis Jauregui, sustainability manager di Echebastar, e Minna Epps, direttore di IUCN’s Global Marine and Polar Program.
La presentazione di “Eating up the oceans. How do we save our seas?” ha proposto soluzioni per modificare in meglio le abitudini di consumo attraverso le riflessioni anche di Michiel Bakker, vicepresidente dei Global Workplace Programs a Google, e Douglas Gayeton, co-fondatore di The Lexicon. In fiera si è discusso parecchio anche di trend e opportunità nel commercio internazionale del seafood e dei prodotti d’acquacoltura per incrementare la trasparenza anche alla luce dei rischi per la salute umana nella catena di approvvigionamento. Si è inoltre riflettuto sulle opportunità che può portare un approccio più collaborativo per l’industria marittima e della pesca, nella quale le economie di scala possono essere maggiormente sviluppate e la sostenibilità di prodotto migliorata.
Molto seguito è stato l’intervento di Megan Green, economista e penna del Financial Times, oltre che Senior Fellow all’Harvard Kennedy School. Nel suo discorso di apertura, Economic Outlook for 2022, Megan Green ha fatto luce sulle sfide che sta affrontando l’economia globale, intensificate da una forte crisi presente nella catena di approvvigionamento e dalla pressione inflazionistica presente soprattutto in USA e EU, «che continuerà a esasperare l’incremento dei costi energetici causa il conflitto russo-ucraino in atto». La columnist del Financial Times ha anche condiviso le sue previsioni in merito all’evoluzione del settore ittico, sottolineando che, nonostante i prezzi stiano leggermente aumentando, «la domanda globale per questi prodotti resterà solida e in crescita».
Si è ragionato di opportunità, mercati emergenti e cambiamenti nel comportamento dei consumatori nel post-pandemia con la presentazione “From revolution to evolution: the fishing and aquaculture market in a post Covid-19 world”, che ha visto coinvolti Alessandro Pititto, project manager EUMOFA, Audun Lem, deputy director della divisione Fisheries and Aquaculture della FAO, e Christophe Van de Weyer, policy officer del General Directorate of Maritime Affairs and Fisheries della Commissione europea. Interessante il contributo dato da Jon Wright, a capo del Retail di IGD (Institute of Grocery Distribution) nella sua presentazione “Omnichannel retailing: Five trends putting the store at the centre of retailer strategies”. Wright ha sottolineato l’accelerazione che le strategie di omnicanalità esercitano sul business, attraverso l’uso di tutti i canali di comunicazione aziendali in modo integrato. Ha inoltre messo in evidenza il fatto che oggi i retailer stiano aumentando il focus sul prodotto fresco e su quanto siano focalizzati su temi quali sostenibilità e salute anche nella relazione con i buyer.


Elena Benedetti



Seafood Expo Global/Seafood Expo Processing
25-27 aprile 2023
Fira de Barcelona, Spagna
www.seafoodexpo.com/global


Nella versione cartacea di IL PESCE 3-2022 trovi un reportage di 24 pagine con le foto dei protagonisti di Seafood Expo Global e Seafood Expo Processing 2022.



Visita il nostro Eshop

Per abbonarti a una nostra Rivista o acquistare la copia di un Annuario