it en
Risultati
pesce

Scuole e famiglie protagoniste a Slow Fish 2023

Escursioni, giochi e “operazioni di salvataggio”: il piacere dell’educazione secondo Slow Food è a Genova dall’1 al 4 giugno

19, May 2023

Cosa sono le specie aliene? Quali pesci sono più sostenibili? Come ci si sente a essere pescatori per un giorno? Sono solo alcune delle curiosità al centro delle iniziative di Slow Fish 2023 rivolte alle scuole e alle famiglie che visiteranno Genova dall’1 al 4 giugno.
L’undicesima edizione approda al Porto Antico e Piazza Caricamento con il tema Coast to Coast, un modo per sottolineare come gli ambienti acquatici e la terraferma siano ecosistemi strettamente interconnessi tra loro. Ricco il programma di attività che declinano i temi centrali della manifestazione organizzata da Slow Food e Regione Liguria: Conferenze, Laboratori, Aperitivi, il Mercato e soprattutto gli appuntamenti ludici dedicati a bambine e bambini di tutte le età. Perché, come di consueto negli eventi Slow Food, è a partire dalle giovani generazioni che si costruisce la consapevolezza sulle proprie scelte alimentari, scelte che fanno bene agli ecosistemi acquatici e alla salute nostra e del pianeta.

La Slow Fish Arena e la Ludoteca: riflessioni per tutte le età
A Slow Fish 2023 il Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste (Masaf) supporta la realizzazione di spazi di approfondimento dedicati a visitatori e bambini: la Slow Fish Arena, il luogo in cui sviluppare il dibattito sui temi di attualità e sulle interconnessioni tra ecosistemi marini e terrestri, e la Ludoteca, dove bambine e bambini possono giocare con le forme dei pesci, colorarli, e aumentare la consapevolezza della bellezza del mare e delle sue risorse. In particolare, giovedì 1 giugno sono previste attività didattiche per le scolaresche in visita. Sempre nella Ludoteca, il 2 giugno, alle 12.30 e alle 14.30, i visitatori possono partecipare anche a Che pesci prendere?, il gioco ideato per fare comprendere ai bambini – e anche agli adulti – l’importanza della piccola pesca artigianale, realizzato in collaborazione con la Onlus Worldrise. I partecipanti vengono guidati lungo una serie di tappe alla scoperta delle diverse tecniche di pesca, dell’importanza della stagionalità del pesce e della differenza tra pesca artigianale e pesca industriale. Chi pesca i pesci giusti guadagna più punti! Un modo divertente per scoprire le specie più sostenibili del nostro mare.

La salvaguardia del gambero di fiume e il progetto Life Claw
Organizzate dall’Acquario di Genova e Slow Food, le attività di educazione si svolgono nella Città dei bambini e dei ragazzi e sono rivolte alle scuole la mattina di giovedì 1 giugno, e alle famiglie da venerdì 2 a domenica 4 giugno. Nell’ambito di questo museo interattivo, bambine e bambini vengono guidati da esperti e dagli studenti del Dipartimento di Scienze della terra, dell’ambiente e della vita dell’Università di Genova alla scoperta del progetto Life Claw e delle specie aliene che occupano sempre più fiumi e mari del Mediterraneo. Cofinanziato dall’Unione europea, Life Claw ha l’obiettivo di migliorare lo stato di conservazione delle popolazioni di gambero di fiume italiano nell’area dell’Appennino nord-occidentale di Emilia-Romagna e Liguria, attraverso diverse azioni di conservazione, come la reintroduzione nei corsi d’acqua, il ripristino del loro habitat, i controlli sanitari e la cattura dei gamberi alieni invasivi. Una delicata operazione di salvataggio a cui i più piccoli sono chiamati a partecipare nell'appuntamento Sos gambero di fiume italiano, realizzato con il supporto di UniCredit. Un’occasione per esplorare da vicino questo crostaceo sempre più minacciato dall’invasione di temibili gamberi americani che, oltre a essere grossi, forti e resistenti, sono portatori sani di una malattia responsabile del rapido declino delle popolazioni autoctone. Senza dimenticare gli altri pericoli a cui il gambero di fiume italiano deve cercare di sopravvivere, come l’inquinamento dei corsi d’acqua, la pesca illegale e l’aumento delle temperature.
Sabato 3 giugno alle 20.30 è in programma la visita a uno dei siti di studio sulla riproduzione del gambero realizzato nell’ambito del progetto Life Claw a Fontanigorda, presso il ponte di Pescia, con Alla ricerca del gambero perduto. Un’escursione serale gratuita in compagnia di un esperto sul torrente Pescia per cercare questi animali che si rintanano durante il giorno e sono attivi e visibili solo dopo il calare del sole. Un’occasione per conoscere da vicino una specie così importante per la biodiversità degli ambienti umidi.
Per svolgere la visita sono consigliati torcia e scarpe comode. L’appuntamento è gratuito ma è obbligatoria la prenotazione che dovrà avvenire entro lunedì 22 maggio attraverso questo modulo. Per maggiori informazioni scrivere a bvalettini@costaedutainment.it.

Dietro le quinte dell’Acquario di Genova
Nel 2023 l’Acquario di Genova festeggia i 30 anni di attività e propone un calendario ricco di iniziative per il suo compleanno. Durante Slow Fish sono molteplici gli incontri quotidiani per conoscere le specie protagoniste, i progetti di conservazione e la ricerca e il lavoro di cura degli animali che viene svolto ogni giorno da biologi e veterinari. Scopri qui tutte le esperienze di visita dell’Acquario.

Slow Fish è realizzato grazie al sostegno di numerose realtà che credono nel progetto, a partire dai Main Partner BBBell, Pastificio Di Martino, Quality Beer Academy, Reale Mutua e UniCredit. La manifestazione gode inoltre della collaborazione del Porto Antico di Genova e del supporto di Fondazione Carige, con il sostegno della Camera di Commercio di Genova.

https://www.facebook.com/Italia.slowfood

Ufficio Stampa Slow Food


News correlate