it en
Risultati
food

Daniele Veglio nuovo presidente del Consorzio Salame Piemonte

Il Consorzio chiude il 2021 con una crescita del 3,3% della produzione e un +13% del volume export

28, Apr 2022

Nel corso dell’assemblea generale del Consorzio Salame Piemonte, svoltasi a Torino, dopo 2 mandati consecutivi, Umberto Raspini ha passato il testimone della guida del Consorzio a Daniele Veglio, 52 anni, da 27 all’interno della compagine di Raspini Spa, dove attualmente ricopre l’incarico di manager nell’area del commerciale e marketing.

Per Umberto Raspini è stata l’occasione per fare un bilancio della sua attività alla guida del Consorzio: «L’indicazione Geografica Protetta del Salame Piemonte, riconosciuta dalla Comunità europea nel 2015, ha consolidato l’apprezzamento di una storica specialità tutta piemontese, appartenente alla terra, alla tradizione artigianale e alla cultura gastronomica piemontese, depositaria e cultrice della sana e buona tavola. In questi anni alla guida del Consorzio, nato nel 2006, ho dapprima voluto fortemente aggregare gli allevatori e trasformatori piemontesi per poter arrivare ai consumatori coesi e garanti della buona qualità di un eccellente prodotto del Piemonte. La principale missione del riconosciuto Consorzio si è realizzata attraverso attività di promozione, informazione e valorizzazione del prodotto da una parte e la tutela del consumatore dall’altra, promuovendo azioni mirate al costante rispetto del Disciplinare di produzione, alla corretta distribuzione sul mercato e alla prevenzione di possibili contraffazioni della denominazione IGP. In questi anni il Consorzio, grazie al contributo costruttivo ed appassionato degli associati e alla esperta conduzione della direttrice Rossella Riva di Confindustria Piemonte, ha potuto promuovere una capillare conoscenza e diffusione del prodotto, cui ha fatto seguito un crescete apprezzamento da parte dei consumatori. Dopo questi anni di lavoro, nel doveroso avvicendamento statutario alla presidenza del Consorzio, mi accingo a lasciare la responsabilità e, con soddisfazione, a trasmettere passione e impegno ad un candidato competente che ha riscosso consenso condiviso tra i consorziati. Una scelta che ritengo appropriata in quanto Daniele vanta una ventennale competenza settoriale e una visione tecnico commerciale di assoluto prestigio, unita a una notevole passione gastronomica che metterà generosamente a disposizione del Consorzio per l’ulteriore affermazione del Salame Piemonte IGP».
Nell’accettare l’incarico assegnatogli per i prossimi tre anni, Daniele Veglio ha così commentato: «Sono onorato di vedermi affidare un incarico così importante. Il mio impegno sarà quello di proseguire l’opera iniziata da Umberto Raspini e di portare il Salame Piemonte IGP a nuovi e importanti traguardi coniugando crescita, sviluppo e sostenibilità, che sono poi le sfide che attendono, più in generale, l’intero comparto agroalimentare italiano. Il primo appuntamento sarà quello di CIBUS a Parma dove saremo presenti insieme al Prosciutto di Cuneo DOP nel Padiglione 2. Sarà l’occasione per incontrare buyer e importatori internazionali e dare nuove prospettive di espansione del Salame Piemonte in Italia e nel mondo».

Nel corso dell’assemblea generale sono stati anche comunicati di dati di produzione 2021 che registrano dei volumi/quantità certificate 2021 pari a 135.034,73 kg che, comparati al dato del 2020 (130.716,33 kg) segnalano un aumento pari a un +3,3%. Di pari peso è l’aumento del fatturato alla produzione 2021: € 1.717.641,76 (fonte: Ismea) che, comparato al fatturato alla produzione del 2020, pari a €1.667.940,37, segnala una crescita del 3%.

Per quello che riguarda l’export, i volumi per l’anno 2021 sono stati pari a kg 8.000, per un fatturato complessivo di € 104.000. Valori che rappresentano rispettivamente il 5,9% a volume e il 6,05% a valore rispetto al totale produzione e fatturato del 2021. Tali valori dell’export, comparati all’anno precedente, registrano un +13% a volume e un +15% a valore. I principali Paesi export si confermano Svezia, Germania, Francia e Svizzera.


News correlate